Crea sito



 

INDEX BAT-ENZO
2012
ASTRONOMIA
BENESSERE
CASA
MISTERIO

PROFEZIE
PRONTOSOCCORSO
SALUTE
SAPERE
SURVIVAL
VULCANOLOGIA
UFO


Acufene
Afta
Alitosi
Ansia
Appendicite
Asma bronchiale
Calcoli e coliche renali
Cataratta
Cirrosi epatica e fegato
Colesterolo
Colpo di frusta
Congiuntivite
 
Diarrea
Disfunzione erettile
Dismenorrea
 (dolori mestruali)

Epilessia

Ernia inguinale
Ernia ombelicale
Glaucoma all’occhio
Insonnia
Incontinenza

Insufficienza renale
Ipertiroidismo
Ipotiroidismo
Labirintite
Lupus eritematoso
Mal di schiena
Mal di testa
Morbo di  Alzheimer
Morbo di Parkinson
Nausea
Nevralgia del trigemino
Orticaria
Osteoporosi
Pancreatite
Paralisi facciale
Pelle
Raffreddore
Rinite allergica
Sangue dal naso (epistassi)
Scottature
Schizofrenia

Sarcoidosi
Sciatica
Sclerosi multipla
Sindrome di Ménière
Sindrome metabolica
Stanchezza
Talassemia
Tendinite
Torcicollo
V
erruche


UOMO
DONNA
BAMBINI
INFEZIONI


NEWS SALUTE

Alcuni consigli per affrontare il caldo

Cassetta
 Prontosoccorso

CURARSI CON LE ERBE
Alimentazione e salute: elenco patologie




Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante.
Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.
I precedenti consigli, riconducibili a pratiche con scopi terapeutici, non assicurano alcun tipo di garanzia sul fatto che effettivamente queste terapie, sebbene riportate accuratamente, correttamente e senza contravvenire alla legge, possano sostituire l'intervento di un medico tradizionale.





Uomo e benessere maschile

 

MALATTIE

Orchite e testicoli: sintomi, cause e terapie

Introduzione
Se siete uomini adulti potreste aver sentito da qualche parte che se vi ammalate di parotite (orecchioni) la vostra fertilità potrebbe risultare compromessa: la causa è l’orchite virale, un’infiammazione che colpisce uno o entrambi i testicoli che nella maggior parte dei casi è collegata al virus che provoca gli orecchioni. Circa un terzo dei maschi che si ammalano di orecchioni viene colpito anche dall’orchite.

Fortunatamente la sterilità connessa all’orchite provocata dagli orecchioni è molto rara, soprattutto se l’infiammazione colpisce un testicolo solo.

Le altre cause dell’orchite si solito sono di origine batterica, come le malattie sessualmente trasmissibili (MST). Il modo migliore per prevenire l’orchite è prevenire gli orecchioni ed evitare comportamenti che possano favorire la comparsa di malattie sessualmente trasmissibili.

Cause

L’orchite può essere causata da molti virus e batteri diversi.

Orchite batterica
Nella maggior parte dei casi l’orchite batterica è una conseguenza dell’epididimite, un’infiammazione del canale attorcigliato (epididimo) che collega il dotto deferente e il testicolo. Il dotto deferente trasporta lo sperma fuori dai testicoli, se l’infiammazione dell’epididimo si estende al testicolo la malattia risultante è nota come epididimo-orchite.

L’epididimite di solito è provocata da un’infezione dell’uretra o della vescica che si diffonde nell’epididimo. In molti casi la causa dell’infezione è una malattia sessualmente trasmissibile, come la gonorrea o la clamidia. La maggiore incidenza dell’epididimo-orchite a trasmissione sessuale si registra negli uomini di età compresa tra i 19 e i 35 anni. Le forme di infezione non trasmesse per via sessuale potrebbero essere collegate ad anomalie anatomiche dell’apparato urinario o all’introduzione di un catetere o di un dispositivo medico nel pene.

Orchite virale
La maggior parte dei casi di orchite sono una conseguenza della parotite, circa un terzo degli uomini che si ammalano di orecchioni dopo la pubertà contrae anche l’orchite nel corso della malattia, normalmente entro i quattro, sei giorni dalla sua comparsa.

Fattori di rischio
Diversi fattori possono favorire l’insorgenza dell’orchite, per quando riguarda l’orchite non trasmessa sessualmente tra di essi troviamo:

Mancata vaccinazione contro la parotite,
Età superiore ai 45 anni,
Infezioni ricorrenti delle vie urinarie,
Interventi chirurgici a carico dell’apparato genitale o urinario, per via del rischio di infezione,
Malformazioni congenite delle vie urinarie (malformazioni presenti fin dalla nascita).
I comportamenti sessuali a rischio per quanto concerne le MST fanno anche aumentare il rischio di contrarre l’orchite trasmessa per via sessuale. Tra questi comportamenti troviamo:

Rapporti con diversi partner,
Rapporti con un partner affetto da una MST,
Rapporti senza preservativo,
Precedenti personali di MST.
Sintomi
I sintomi dell’orchite di solito si manifestano in modo improvviso, tra di essi possiamo avere:

Gonfiore a uno o a entrambi i testicoli,
Dolore di intensità da lieve a grave,
Aumento della sensibilità di uno o di entrambi i testicoli,
Nausea,
Febbre,
Perdite dal pene,
Presenza di sangue nello sperma.
Le espressioni “dolore testicolare” e “dolore inguinale” a volte sono usate come sinonimi, tuttavia il dolore inguinale colpisce la zona tra la coscia e l’addome, e non il testicolo. Inoltre le cause del dolore inguinale sono diverse da quelle del dolore testicolare.

Pericoli
Tra le complicazioni dell’orchite possiamo avere:

Atrofia testicolare. L’orchite può portare a una contrazione del testicolo colpito.
Ascesso scrotale. Il tessuto infetto si riempie di pus.
Epididimite ricorrente. L’orchite può portare a episodi ricorrenti di epididimite.
Sterilità. In rari casi l’orchite può avere conseguenze negative sulla fertilità, tuttavia se colpisce un testicolo solo ci sono ancor meno probabilità di rimanere sterili.
Test e diagnosi
Il medico vi sottoporrà a un esame fisico che potrebbe individuare linfonodi gonfi nell’inguine e un testicolo più grande del solito dal lato colpito; sia l’inguine che il testicolo potrebbero essere doloranti al tatto. Il medico potrebbe fare anche un’esplorazione rettale per controllare se la prostata è ingrossata o dolorante e prescrivervi gli esami del sangue e delle urine per evidenziare eventuali infezioni e altre anomalie.

Tra gli altri esami che il medico potrebbe prescrivervi per capire se avete una MST e per evidenziare un’eventuale torsione testicolare (che richiede cure immediate) troviamo:

Esami per le MST. In questi esami si preleva un campione di fluido dall’uretra. Il medico inserisce un tampone piccolo e stretto nella sommità del pene per prelevare il campione, dopo l’osservazione al microscopio viene prodotta una coltura batterica per evidenziare la presenza della gonorrea o della clamidia.
Ecografia. Questo esame, che usa onde sonore ad alta frequenza per fornire immagini precise delle strutture interne del vostro organismo, può essere usato per diagnosticare la torsione del funicolo spermatico (torsione testicolare) e capire se c’è un aumento del flusso sanguigno diretto al testicolo: quest’ultimo caso suffraga la diagnosi di orchite.
Risonanza magnetica nucleare dei testicoli. Utile anche per diagnosticare la torsione testicolare, quest’esame consiste nell’iniettare tracce di materiale radioattivo nel flusso sanguigno. Speciali apparecchiature possono scoprire le zone dei testicoli che ricevono meno sangue (indice di torsione) o più sangue, a conferma della diagnosi di orchite.
Cura e terapia
Per alleviare i sintomi, provate a seguire questi consigli:

State a riposo a letto,
Rimanete in posizione supina, in modo tale che lo scroto rimanga in alto,
Applicate impacchi freddi sullo scroto, finché li sopportate,
La terapia dipende dalla causa dell’orchite.
Cura dell’orchite virale
La terapia dell’orchite virale, la forma connessa alla parotite, mira ad alleviarne i sintomi. Il medico può prescrivere antidolorifici, farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene (Brufen®, Spidifen®, …) o il naproxene (Synflex®, Naprosin®, …) e consigliarvi di rimanere a riposo nel letto, in posizione supina e con impacchi freddi sullo scroto.

Cura dell’orchite batterica
Oltre ad adottare misure per alleviare il dolore, l’orchite batterica e l’epididimo-orchite devono essere curate con gli antibiotici. Se la causa dell’infezione è una MST anche il vostro partner deve essere curato.

Tra gli antibiotici usati più di frequente per la cura dell’orchite batterica troviamo: il ceftriaxone (Rocefin®), la ciprofloxacina (Ciproxin®), la doxiciclina (Bassado®), l’azitromicina (Zithromax®, Trozocina®, Ribotrex®) e l’associazione tra sulfametoxazolo e trimetoprim (Bactrim®). Comunicate al vostro medico tutti i farmaci che state assumendo e le vostre eventuali allergie. Ditegli anche se pensate di aver contratto l’infezione per via sessuale e se siete affetti da altre MST: tutte queste informazioni aiuteranno il medico a scegliere la terapia migliore.

Ricordatevi seguire tutta la terapia antibiotica, come consigliato dal medico. Anche se i sintomi migliorano in poco tempo, completate il ciclo per essere sicuri che l’infezione venga estirpata totalmente.

Prevenzione
Il vaccino contro la parotite è il miglior modo per proteggersi contro l’orchite virale collegata agli orecchioni.
Avere un solo partner e usare il preservativo sono due buoni modi per proteggersi contro le MST.
Quando chiamare il medico
Se sentite dolore o gonfiore allo scroto, la sacca contenente i testicoli, è il momento di andare dal medico, soprattutto se il dolore è improvviso.

Ci sono molte patologie che possono causare dolore ai testicoli e per alcune di esse è necessaria una terapia immediata. Una di queste patologie è la torsione del funicolo spermatico (torsione testicolare) che può provocare un dolore simile a quello causato dall’orchite. Il medico può sottoporvi a esami diagnostici per capire quale delle due malattie causi il dolore.

Si consiglia sempre di parlarne al proprio medico curante .

   torna sezione UOMO         torna a malattie     torna ad home page

QUESTO sito NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA NESSUNA PERIODICITÀ, PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA
LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001.
L'AUTORE NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER QUANTO RIGUARDA gli articoli scritti che sono presi da altri blog o siti SITI da i QUALI  DECLINO OGNI RESPONSABILITÀ PER GLI EVENTUALI ERRORI ED INESATTEZZE RIPORTATI NEL sito E PER GLI EVENTUALI DANNI DA ESSI DERIVANTI

07/02/2011 scritto da BAT-ENZO